Schumyno

Cittadino libero e in movimento

Renzi d√† fino a altri 150Mld degli italiani a banche private

Ansa 150mld

150 miliardi di garanzie alle banche “italiane”(?)

TA-DAM!!
In Italia muoiono PREMATURAMENTE (significa PRIMA della propria naturale scadenza ūüėČ ) circa 80.000 (OTTANTAMILA) PERSONE all’anno.
5.000 solo a Milano.
Servirebbero pi√Ļ infermieri e dottori negli ospedali e presso la guardia medica, pi√Ļ ambulanze, anzich√© chiudere/tagliare, dovrebbero aumentare, giusto? se mi sbaglio, ditelo eh?
Nel frattempo¬†servirebbe magari capire e risolvere il problema dell’inquinamento stesso: informare sulle principali cause, trovare e punire per tempo i responsabili dei disastri colposi, bonificare terreni, convertire impianti e ristrutturare infrastrutture, studiare nuovi¬†¬†processi produttivi per diminuire l’impatto ambientale… Siete d’accordo, credo, che siano cose importanti e correlate con la salute, con il benessere nostro e delle persone che amiamo, no?
Poi ci sarebbe anche il problema dei 10 milioni di italiani sotto la soglia di povert√†, se fossimo d’accordo in tema di giustizia e diritti: siete d’accordo con me che abbiamo tutti gli stessi diritti?
Ecco, in questo contesto, quel colluso al Governo, tal Matteo Renzi, sta finendo di vendere il Paese e il Popolo Italiano pezzo dopo pezzo, premendo sull’acceleratore pi√Ļ del “figlio di un golpe” Monti, alle banche internazionali; le quali, immigrate in Italia nel 1992 grazie ai collusi che sottoscrissero il Trattato di Maastricht e quelli annessi e connessi, si misero a moltiplicare i soldi degli italiani grazie ai personal computer e scritture contabili fantasiose (tutt’oggi usate), usandoli per comprare tutti i gioielli italiani che altri collusi al governo via via mettevano in vendita… (da Amato/Ciampi a Prodi, arrivando ai decreti Bersani 1999/2007 e Bersani-Visco 2006). Prima le grosse banche italiane, poi le grandi industrie… nel frattempo le altre banche italiane scoprirono la ricchezza facile, e via di crediti fantasiosi ad amici di amici, festini, lusso, donne e “champagne” (rigorosamente in “polvere”), sapendo che potevano tranquillamente non restituirli, che la banca ne poteva creare altri mentre i cittadini ignari ripianavano le perdite con i rimborsi di capitale vero, esentasse per loro. E se non pagavano, via l’immobile o la fabbrica: soldi inventati in cambio di soldi veri e propriet√† reali. Un affare degno di Tot√≤ Riina. Solo che le banche italiane, quelle rimaste dopo le varie truffe (tipo Antonveneta) e “scalate” borsistiche, non si aspettavano (o sottovalutarono/se ne fregarono) che le grandi banche internazionali avessero fatto “cartello” in quel del Comitato di Basilea, facendo finta di metterci dentro anche i ministri dei vari “Tesori” di vari stati (quasi tutti ministri che chi prima chi poi passarono nel sistema bancario) : l√¨ crearono nuove regole e limiti contabili per limitare la creazione del denaro…

Basilea - Wikipedia

Comitato composto dai governatori delle banche centrali (private) di Paesi in larga parte neppure membri della UE e 21 non aderenti manco all’EURO

E’ cos√¨ che han preso BPVI, Veneto Banca, CariCesena, ¬†Etruria, Carife, Carichieti…(decreto “salvabanche”).. etc etc… con Bankitalia (privata) a dirigere i trasferimenti e rimuovere gli ostacoli… etc etc etc… cos√¨ prenderanno praticamente tutto il sistema bancario.. anche le “non quotate”… quelle decapitate e immolate per ultime, dal decreto Banche Popolari e poi quello sul Credito Cooperativo? ciao ciao banche locali!
Tutto grazie al Credit Crunch (contrazione del credito) studiato sul tavolino del Comitato di Basilea… e li han chiamati coefficienti patrimoniali… che carini eh? Li hanno imposti a tutte le banche del “libero mercato”… ma vi rendete conto di quanto tutto sia lessicalmente una presa per il culo? “Regole” per il “libero mercato”: un ossimoro, che ogni giorno ci sbattono in faccia con non-chalance… Quindi che succede? a suon di truffe (vedi i derivati Nomura di MPS, che erano nulli poich√® illegali, che Draghi ha obbligato a “soddisfare” alla controparte, le truffe sul derivato Euribor o meglio sui derivati in generis, costati decine se non centinaia di miliardi che il Governo “secreta”, e troppo spesso la vita di qualcuno informato dei fatti, rimasto “suicidato”) e a ritmi regolari con allarmi precisi, “panico nelle borse” e crollo dei titoli bancari… e poi titoloni sui giornali “Bruciati mille mila miliardi!!”… Quante volte l’abbiamo letto? “Bruciati”… e tutti ce la beviamo… come il panico scatenato per il Brexit, che ha riempito le tasche di chi ha venduto allo scoperto la notte prima i titoli bancari italiani… sono stati “trasferiti”: dai nostri portafogli, a quelli dei Fondi. Ah, gran bella cosa anche i fondi… una genialata… raccolgono il frutto del ns lavoro, e lo usano per derubarci: ci sono fondi che hanno giri d’affari maggiori dei PIL nazionali. Coi nostri soldi comprano banche, industrie, trasporti, e presto anche gli ospedali, fanno speculazioni, e poi vanno a votare al posto nostro nei consigli di amministrazione, a decidere se finanziare le piccole imprese¬†o le, presto loro, medio/grandi. Non mi credete? Vi basti sapere che un solo uomo, all’assemblea Unicredit (2013 mi pare), era delegato da 1991 diverse societ√†, in rappresentanza di 1.881 milioni azioni nominali, pari a pi√Ļ del 50% degli aventi diritto di voto…!!! Unicredit, l’unica banca “italiana” considerata “rilevante” dalla BCE (banca privata, ricordiamocelo)
Bene, in questo contesto, sto buffone mai eletto se non a sindaco del capoluogo toscano, ha legiferato solo in favore di banche e multinazionali da quando si è insediato grazie a una maggioranza incostituzionale e funzionari pubblici immanicati e ingrassati per anni a spese nostre. Ai pensionati con le pezze al culo, ha dato la possibilità di iscrivere ipoteca per 4 euri in contanti. Alle PMI ha appena regalato un pegno non possessorio, per farsi ricattare al prossimo rinnovo di fido. Così come il Patto Marciano:
“vuoi dei soldi? una dilazione? Bello quel capannone… firma qui”.. ai privati con mutuo casa, 18 rate e arrivederci… e grazie a queste tre norme, senza neppure passare dai tribunali, ledendo i diritti di tutti gli altri creditori e quello di difendersi magari da tassi usurai… cos√¨ come hanno espropriato le 4 banche: con una legge, senza passare dai tribunali, hanno valutato e espropriato, giudici, giuria, testimoni, accusa e difesa, che dovevano essere messe sul “libero mercato” fregando 130.000 persone, a cui fanno lo sfregio di un “rimborso”… Come se quando ti fottono la macchina e trovi i colpevoli, ti dessero indietro solo una ruota… sempre meglio che quanto successo a Deiulemar: spariti 800milioni dopo 12 anni di truffe coperte dalle Autorit√† e dal silenzio dei media…
Ah, dimenticavo: i derivati di cui prima, illegali, secretati, intoccabili, sottoscritti anche con controparti condannate per manipolazione dell’Euribor… Renzi ha legiferato in favore di garanzie in CONTANTI a fronte di questi contratti, illeciti.
Ok: ora potete leggere la nuova trovata del pi√Ļ grande truffatore/imbonitore di tutti i tempi:
150 miliardi a garanzia dei soldi che le banche per il 90% hanno creato dal nulla, senza pagarci mai fino a oggi un centesimo di tasse.

GENIALI.

Lo so √® incredibile, ma questo √® il riassunto pi√Ļ semplice che potessi fare…¬†Nel caso qualcuno¬†pensasse “eh s√¨, e nessuno se ne sarebbe accorto? Nessun giornale ne avrebbe parlato?” Ecco la risposta a questa domanda. E all’estero son messi uguale.

Editoria

Indipendenza dell’Editoria italiana. Se voleste poi approfondire di che tipo di editoria e di giornalismo si tratta… http://www.byoblu.com/post/2015/11/12/i-documenti-uk-che-fanno-gelare-il-sangue-da-enrico-mattei-ad-aldo-moro.aspx

Possiamo disquisire sugli “aggettivi” che ho utilizzato (magari lo han davvero fatto in buona fede, perch√® impreparati/ignoranti/inconsapevoli), ma i fatti esposti , sono per l’appunto dei fatti. Ora spetta a voi, decidere se approfondire, aspettare che vi s’illumini il “Eureka!”, o andare avanti facendo spallucce: se sei arrivato fin qui, hai gi√† ampliato la tua percezione/conoscenza, che potr√† magari un giorno essere pi√Ļ incisiva della mia ¬†e portare alla vittoria il buon senso sulla ignorante cupidigia umana

A mio avviso, questa gente¬†anzich√© pensare al nostro benessere, ci usa manco fossimo delle pile duracell usa e getta… poi ovvio tocca a tutti noi insieme, decidere cosa fare del nostro futuro.

Vi lascio con due ultimi contenuti e 2 domande semplicissime, utili come spunto di riflessione e comprensione del sistema nel suo insieme

1.

80 pc sofferenze grandi gruppi

Se l’80% delle sofferenze √® imputabile ai grandi gruppi, perch√® hanno agevolato le banche verso famiglie e Piccole Medie Imprese, con i decreti Mutui sui Privati, Patto Marciano, Pegno non possessorio, prestito ipotecario vitalizio, etc etc, tutto senza passare dai tribunali?¬†Perch√® le banche e non le imprese, in difficolt√†?

2.

Villarosa su DL Banche X

Se M5S in questo intervento (come in tanti altri prima) avesse detto idiozie, avesse mentito, perch√® i media non hanno riempito i giornali ridicolizzando M5S per queste “teorie” fantasiose? Non avesse ragione, perch√® non deridere punto per punto e cos√¨ ridurre il consenso di M5S, privo di competenze “economiche”? ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬†Guardate questo video –> https://www.facebook.com/MontecitorioCinqueStelle/videos/1120502097972770/

 

 

 

Annunci

03/07/2016 Posted by | Economia, Mafie, Politica, Uncategorized | , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

GrilloLeaks: i derivati sessuali del Movimento 5 Stelle – M5S

Dibattista

42 MILIARDI DI EURO: perdita prevista

16,9 MILIARDI DI EURO: perdita del triennio 2012-2014

E’¬†solo la punta dell’iceberg che si nasconde dietro ai contratti derivati sottoscritti dallo Stato italiano. Sottoscrizione resa possibile grazie a un¬†“golpe notturno”, quando di soppiatto venne approvata la legge 20 del 14 gennaio 1994 con la quale si tolse alla Corte dei Conti il potere di controllare PREVENTIVAMENTE di propria iniziativa gli atti¬†del Ministero del Tesoro in materia Monetaria, Creditizia, Mobiliare e Valutaria.

Si apr√¨ cos√¨ la strada al regno dei NON eletti Governatori di Banca d’Italia. Una banca, sappiatelo bene, di diritto pubblico ma PRIVATA al 94%, che con Consob a “controllare” i mercati mobiliari, contribu√¨ e contribuisce con la sua vigilanza ad orologeria e intoccabile, allo sciacallaggio della nostra imprenditoria, tra privatizzazioni di beni PUBBLICI (ovviamente a svantaggio della collettivit√†) e propaganda del debito, in un Paese in cui a essere garantito dalla Costituzione √® invece il RISPARMIO.

Sappiate¬†che le NORME EUROPEE¬†che oggi lo Stato italiano sta recependo in tema di legislazione bancaria e mobiliare, sono decise in stragrande maggioranza¬†dai membri delle banche centrali MONDIALI¬†e i vari ministri del Tesoro dei vari Paesi partecipanti… che in Italia, come quasi ovunque, sono sempre stati in prevalenza banchieri…

In questo scenario, M5S settimana scorsa ha depositato un doppio esposto: Procura e Corte dei Conti. Una denuncia sottoscritta da 90 Parlamentari, nella quale si richiedeva anche il sequestro cautelativo dei contratti derivati, dopo averne richiesto copia inutilmente per mesi. Qualche giorno dopo la commissione per il ricorso all’acceso agli¬†atti amministrativi sancisce, per l’appunto, che ai Parlamentari, eletti dal Popolo, non compete alcun potere sui contratti derivati richiesti, lasciandoli¬†cos√¨ legiferare senza avere nemmeno una vaga¬†di idea su “cosa”, non sapendo in futuro, nei prossimi 30 anni, quanto impatteranno i derivati sul bilancio statale e come reperire le necessarie risorse finanziarie e di cassa per le garanzie imposte dallo pseudo premier Renzi.

  • Ricapitolando: 42 + 17 = 59 MILIARDI sul piatto della bilancia (dietro c’√® molto di pi√Ļ, ma gi√† cos√¨ √® complicato spiegarlo)
  • DOPPIO ESPOSTO 90 PARLAMENTARI
  • UN SOLO ARTICOLO DI STAMPA. Sul Fatto Quotidiano ON-Line, E SENZA¬†apparire ovviamente nella home-page.

Cercate pure, è un esercizio facile, verificate voi stessi

Non so se vi è chiaro: TUTTA LA STAMPA HA CENSURATO UNA DENUNCIA DI 90 PARLAMENTARI SU CONTRATTI PLURIMILIARDARI!! 

ORA CHIEDETEVI SE POTETE CREDERE ciecamente A UNA SOLA PAROLA DI QUEL CHE DICONO TELEGIORNALI E GIORNALI, o se forse non sia il caso di cominciare a preoccuparvi del vostro presente, cercando di comprendere che siamo stati presi di mira da gente senza scrupoli che sta sciacallando i resti del nostro Bel Paese, il luogo in cui viviamo, noi e i nostri cari..

e stanno usando ogni mezzo, incluse le mafie, per il lavoro sporco. Stragi del 1992, e la successiva calma piatta, ne sono la prova pi√Ļ evidente.

I Derivati sono davvero cose complicate da comprendere per quasi tutti: son stati inventati apposta così.

Si possono per√≤ riassumere nel semplicissimo termine “SCOMMESSE“.

Se volete provare ad approfondire, questi i miei post correlati, con i link ad alcuni degli atti ufficiali (non gossip, notizie vere) presentati da M5S:

Trasparenza e libero mercato, esistono. Vanno solo scoperti.

Derivati: la frontiera del codice penale e i colpi di Stato all‚Äôitaliana ‚Äst#Fuoridalleuro

Questo video entra nei dettagli tecnici

Mi perdoner√†¬†spero¬†M5S e il Dibba per lo sfruttamento “sessuale”, ma davanti alla censura, in una rete dove spopola GF14, e¬†i giornali parlano di battute su culi e pompini, occorre sfruttare le loro armi¬†per squarciare l’indifferenza sui problemi reali.. d’altronde, quello che sta succedendo in Italia, √® davvero pornografia.

non condividete questo post o gli altri miei… condividete le informazioni in esso contenuti, condividete il messaggio, via web o parlando con amici e parenti… nel pi√Ļ classico stile #Anonimous del nostro #Passaparola, in opensourse, perch√® nessuno √® il proprietario delle informazioni o quantomeno di un’idea… e le idee non muoiono…

11/10/2015 Posted by | Economia | , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Monte dei Paschi Siena. Montepaschi. MPS.

Cosimo Maria Ferri, Sottosegretario di Stato per la giustizia: 
La Procura di Siena ha precisato, difatti, come alcun collegamento fosse emerso: tra il decesso del Rossi e i fatti di insider trading¬†per i quali la procura della Repubblica di Siena procedeva nell’ambito del fascicolo a carico di Briamonte Michele, sottoposto a misura cautelare interdittiva; in relazione agli ipotizzati rapporti tra il Rossi ed il Ministero dell’Interno; ….¬†In particolare, la Procura della Repubblica di Siena ha dato conto di tutti gli approfondimenti svolti, precisando come non risulti attualmente depositata alcuna richiesta di riapertura di indagini, n√© alcuna consulenza grafologica o medico-legale a cui, invece, l’interpellanza oggi si riferisce….”Rossi

Sul sito ¬ęLettera 43¬Ľ, 25 agosto 2015: ¬ęDavid Rossi, la verit√† √® nelle lettere di addio ‚Äď ESCLUSIVO. Per i periti il manager Mps scrisse alla moglie dietro coercizione. Non solo. Ferite sospette e video manomesso: ora i pm possono riaprire il caso¬Ľ¬†… “Dunque alla fine di settembre Goracci dovrebbe presentare ai magistrati tre perizie…”¬†

Interpellanza urgente “…In piena bufera giudiziaria, agli interpellanti pare assurdo che David Rossi possa esser rimasto sconvolto al punto di suicidarsi da una perquisizione dovuta, o dall’accusa di essere responsabile della fuga di notizie sull’azione di responsabilit√† decisa dal CdA di MPS contro gli ex vertici di MPS, Nomura e Deutsche Bank (in relazione a tale fuga di notizie la procura ha aperto un’indagine per insider trading che vede tra gli indagati Michele Briamonte, legale Ior e membro CdA MPS)…”¬†
Si chiede¬†“se il Presidente del Consiglio dei ministri e il Ministro dell’interno fossero a conoscenza dei rapporti di David Rossi con il Ministero dell’interno;
essendo gli accessi ai ministeri monitorati, a nome di chi, in che date e presso quali uffici David Rossi aveva accesso, nei suoi viaggi nella capitale, al Ministero dell’interno presso qualsiasi altra sede o distaccamenti governativi;”

Quanto su evidenziato, dovrebbe essere pi√Ļ che sufficiente a fare comprendere a tutte le persone coinvolte a titolo di vittime dello scandalo Montepaschi, di essere state truffate e raggirate in merito alla ricostruzione delle vicende che vedono coinvolti i loro risparmi, financo la salute dei propri cari. Se ci√≤ non fosse sufficiente, oltre agli approfondimenti relativi a questa singola vicenda/interpellanza indicati in calce (che da sola sarebbe pi√Ļ che sufficiente ad aprire un procedimento giudiziario, in una societ√† onesta), basterebbe parlare del derivato denominato Alexandria, di Nomura. Tale contratto, da come appurato in fase investigativa e descritto negli atti delle procure coinvolti, √® “viziato”, come da articolo del codice civile, 1418, “della nullit√† del contratto”. Eppure, gli azionisti di¬†Monte Dei Paschi, ancora non hanno ottenuto giustizia. Cos√¨ come i Parlamentari del Movimento 5 Stelle, che¬†ottengono risposte false o addirittura inesistenti.

Quanto esposto, sono dati e informazioni pubblici: atti del Parlamento italiano, il cui Sindacato Ispettivo ha verificato le fonti. Sono una verit√†, una realt√†? Sono fatti, non chiacchiere. Condividendo i “fatti” che avete appreso, un giorno otterremo GIUSTIZIA: oggi rappresentata da parolai, scarsamente dotati persino di fantasia, protetti da quella categoria una volta cos√¨ indispensabile, i giornalisti, oggi ridotti a semplici impiegati che eseguono i compitini loro assegnati.

FATTI:

Interpellanza Urgente 2/01068 del 11 settembre 2015 e la relativa Risposta per conto del Premier Renzi e ministro della Giustizia (Resoconto Stenografico integrale)

Interrogazione a risposta scritta 4/10147 del 5 agosto 2015 sui derivati Nomura

20/09/2015 Posted by | Economia, Giustizia | , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Centro Recupero Fauna Selvatica La Fagiana – LIPU

Dopo la nostra intervista (http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/milano/2011/10/caccia-inquietante-anomalia-in-lombardia-ancora.html) a Guido De Filippo, segretario nazionale LAC – Lega Abolizione Caccia (scomparso pochi giorni fa), abbiamo intervistato Veronica Burresi, responsabile del Centro di Recupero Fauna Selvatica della L.I.P.U. “La Fagiana”, di Pontevecchio di Magenta. Il centro, inserito nel contesto del Parco del Ticino, da 12 anni provvede alla salvaguardia e cura degli animali selvatici vittime della stagione venatoria e del degrado ambientale, che vede ridotto il territorio “selvatico” con gravi conseguenze sull’habitat degli animali che lo vivono. Cos√¨, ad esempio, capita che i ricci, animali da letargo, non riescano a chiudersi in tempo in una tana per passare il rigido inverno, poich√® non in grado di trovare cibo a sufficienza per la scorta di grassi, di fatto andando incontro a morte certa nei rigori invernali.

Il centro di recupero opera nell’ambito della legge 157, ritenuta molto valida quando¬†applicata con criterio, che prevede e regola anche l’attivit√† venatoria, curandosi della gestione delle specie selvatiche, definendole patrimonio nazionale, ovvero¬†beni indisponibili dello Stato. Da questo “criterio” di certo esulano i cacciatori, responsabili del ferimento (e uccisione) di molte delle specie che vengono ricoverate nel centro durante la stagione venatoria, e sembra che i pallini dei cacciatori coinvolgano moltissimi¬†rapaci, oltre alle specie classiche.

Con Veronica abbiamo altres√¨ affrontato il discorso “habitat” cittadino, scoprendo che ci sono norme che regolano l’abbondante fauna selvatica che abita le nostre citt√†, come ad esempio la¬†delibera “salva rondini”, che impedisce¬†di toccare/rimuovere i nidi presenti nei sottotetti durante il periodo della riproduzione, giugno/agosto, onde evitare di perdere nuovi volatili per la nuova stagione. ¬†Quello che risulta essere invece un altro problema, √® rappresentato dalla biodiversit√†: nuove specie sono state immesse nei nostri habitat (la maggior parte provenienti dai nostri salotti, ma non solo, basti pensare agli insetti “importati” da Oriente, che devastano interi boschi) aumentando notevolmente i rischi di sopravvivenza di quelle autoctone.

In altre parole, abbiamo delle norme tutto sommato apprezzabili, ma come abbiamo già fatto notare, in Italia sembra che il problema sia proprio farle rispettare.

Vi invitiamo a visitare il centro LIPU La Fagiana¬†(http://www.lipu.it/oasi/oasidettaglio.asp?37), per farvi un’idea di come sia possibile vivere in simbiosi con la natura che ci circonda (che ci “dovrebbe” circondare). E magari decidervi a dare loro una mano, in una delle tante modalit√† che siamo sicuri troverete.

E ricordatevi: la caccia oggi è spesso solo un macabro sport, pericoloso anche per gli umani. Mai pensato al BirdWatching? Immersione nella natura e meno danni.

06/11/2011 Posted by | Uncategorized | , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Salvatore Borsellino: mafia e Milano

Abbiamo colto l’occasione del fantastico incontro organizzato dai nostri amici del MoVimento 5 Stelle di Brugherio, per intervistare Salvatore Borsellino, fondatore del famoso Movimento delle Agende Rosse, nato per pretendere verit√† e giustizia intorno al periodo nero delle stragi del ’92, che ha visto il suo epilogo con la carneficina di via D’Amelio.
Fondato in nome di Uomini veri.
Nonostante la gran confusione circostante legata all’evento, Salvatore ha accettato di fornirci il suo punto di vista sui temi che stranamente oggi sentiamo particolarmente importanti, come guarda caso la presenza delle mafie nel nostro territorio (forse in vista della decisione su quale commissione antimafia istituire?), e le contromisure possibili per tentare di fermare seriamente l’escalation del fenomeno, che vede Milano come il nuovo cuore pulsante della malavita, con giri d’affari da fare rabbrividire Tremorti e ogni sua manovra finanziaria (…per salvare un Paese ormai apparentemente destinato al default e alla defraudazione coatta).

¬†Ma come si suol dire… loro non molleranno mai (ma gli conviene?)… noi neppure…

…per questo perseguiamo il nostro obiettivo di una societ√† pi√Ļ giusta, dove la vita reale, fatta di informazioni, conoscenza e condivisione, possa vincere l’omert√† della violenza e del sopruso.
Con l’aiuto, ad esempio, di coraggiosi ragazzi come quelli che compongono la “Compagnia degli Stracci”, portando in scena la tragicommedia mafiosa.

L’evento, trasmesso in diretta streaming, √® possibile rivederlo a questo link¬†http://www.ustream.tv/recorded/17734764

Post aggiunto 02/11/11

11/10/2011 Posted by | Uncategorized | , , , , , , , , | Lascia un commento

RESOCONTO DEL DIBATTITO “QUALE COMMISSIONE ANTIMAFIA A MILANO?”

Gioved√¨ 8 settembre, mentre la citt√† divenuta capitale mafiosa, oltre che finanziaria e modaiola, si divertiva con la leggerezza del Vogue Fashion’s Night Out, le associazioni Le Girandole, Stampo Antimafioso e Qui Milano Libera, gi√† promotrici di una petizione on-linehttp://www.firmiamo.it/una-commissione-antimafia-a-milano , hanno organizzato un dibattito estremamente importante e delicato dal titolo “Quale Commissione Antimafia a Milano?”. Ospiti della serata e oratori: Nando Dalla Chiesa, Basilio Rizzo, David Gentili, Mario Portanova, Giuseppe Teri.

Il MoVimento 5 Stelle Milano, ha gia emesso da tempo un comunicato stampa (http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/milano/2011/08/petizione-per-una-commissione-antimafia-a-milano-competente-indipendente-forte-ed-efficiente.html) a favore della suddetta petizione che chiede che la commissione sia “a termine” (comitato) a maggioranza di tecnici esterni, tutti con competenze eccellenti, sulla falsariga della storica e osteggiata (chiss√† da chi?) Commissione Smuraglia.

La sala della Casa della Cultura era gremita di persone ansiose di sentire il tanto agognato “vento del cambiamento” promesso dalla nuova maggioranza di centrosinistra. Il consiglio che vi diamo √® quello di prendervi due ore per guardare la nostra registrazione (versione integrale senza tagli di sorta, ma audio non eccezionale: altrimenti la buona sintesi di “www.stampoantimafioso.it“:

http://www.youtube.com/watch?src_vid=Rdlbsg8EMGE&v=WZbUO7xJsMI&feature=iv&annotation_id=annotation_713212) per farsi un’idea in prima persona delle emozioni trasmesse dagli oratori e dal pubblico: lo scritto non pu√≤ supplire alle sensazioni visive e auditive.

Possiamo dire che si √® formato subito un netto muro fra due posizioni contrapposte: da una parte i rappresentanti del consiglio comunale del centrosinistra che optano per una commissione antimafia che sia di stampo nettamente politico e dall’altra la posizione rappresentata da Dalla Chiesa e il pubblico che vogliono una commissione antimafia a prevalenza di esperti esterni e non politicizzati. In mezzo alle due posizioni contrapposte Basilio Rizzo ha cercato di mediare utilizzando parole anche abbastanza drammatiche, politicamente parlando.

Ma andiamo alla cronaca. I primi interventi, seppur con qualche critica e spunto interessante, sono stati seguiti con interesse e silenzio. L’intervento di Dalla Chiesa, forte delle sue esperienze sia sul campo mafioso, sia nel campo della dialettica universitaria, √® stato molto gradito e accolto con ammirazione dalla sala, che ormai lo identifica in un membro, se non Presidente, della forse costituenda commissione. Gi√† all’arrivo di Basilio Rizzo per√≤ si capiva che l’atmosfera era destinata a cambiare. Arrivato pi√Ļ tardi per un impegno precedente, non sfoderava il solito volto sorridente e rassicurante. Dal momento in cui ha preso la parola lui, e dopo il Consigliere David Gentili del PD, la sala ha cominciato ad andare in escandescenze. Alcune persone, appresa la notizia che solo 5 o 6 consiglieri della maggioranza avrebbero sottoscritto una commissione antimafia esterna, mentre praticamente il PD in blocco puntava a una commissione consigliare (anche con ipotesi di vicepresidenza all’opposizione), hanno cominciato a esternare il loro sgomento e disappunto nel sentirsi tradite.

A non molto √® valsa la fatica da parte di Rizzo di rincuorare i simpatizzanti di un centrosinistra incapace per l’ennesima volta di stare dalla parte dei cittadini. Un Rizzo che √® parso molto in difficolt√† e che ha parlato con il cuore in mano cercando di convincere il pubblico presente che portare avanti in consiglio comunale la proposta delle 3 associazioni promotrici della petizione √® molto rischioso perch√© potrebbe generare nella maggioranza una crisi profonda e insanabile. Insomma √® emersa una frattura netta, non tanto nella maggioranza consigliare, visto che questi 5/6 consiglieri della maggioranza favorevoli ad una commissione prevalentemente formata da esperti esterni non andranno mai contro la decisione del proprio gruppo consiliare, ma tra il popolo arancione che d’amore riemp√¨ piazza del Duomo alla vittoria di Pisapia e l’entourage politico che hanno votato.

Noi del M5S presenti all’evento (con diretta streaming e telecamera), ci siamo limitati a fare da osservatori senza intervenire anche perch√© la nostra opinione √® stata ben rappresentata dalle parole e dalle considerazioni emerse dal pubblico presente a dimostrazione, se ce ne fosse ancora il dubbio, della distanza incredibile fra la politica e i cittadini. Purtroppo eravamo certi che la risposta della politica circa le modalit√† di realizzazione della commissione antimafia sarebbe stata opposta a quella voluta dai cittadini anche se dire “ve l’avevamo detto” √® una soddisfazione per noi misera. Sapevamo infatti che sarebbe stato praticamente impossibile per Pisapia gestire l’eredit√† di 20 consiglieri PD all’interno della propria maggioranza.

Comunque come M5S continueremo a seguire l’evolversi della vicenda vigilando affinch√® la politica non finisca per rovinare uno strumento importante come quello di una commissione antimafia indipendente e autorevole. Expo 2015 infatti si avvicina sempre pi√Ļ con gli interessi mafiosi pronti ad approfittarne.

PS: scusateci per la qualità della registrazione ma come ben sapete i nostri mezzi sono molto modesti visto che non godiamo di nessun finanziamento pubblico e amiamo autofinanziarci.

post aggiunto 03/11/11 scritto a 4 mani con Luca Ciompi

12/09/2011 Posted by | Uncategorized | , , , , , , , | Lascia un commento

Milano e le sue bonifiche

In una citt√† con strade ormai deserte, ma dai centri commerciali affollati, i problemi che riguardano la salute dei cittadini rimangono tali, come indifferenti a questa pazza estate, come d’altronde da sempre. Anzi √® soprattutto in questo periodo, dove la ridotta presenza di cittadini nei luoghi pi√Ļ disparati, che chi ha qualcosa di poco “conveniente” da fare ne approfitta: tutti conosciamo casi di furti in appartamenti vuoti, sgomberi di varia natura, leggi ad personam… bonifiche…

Siccome il MoVimento 5 Stelle √® composto da molti semplici cittadini, molti di coloro che credono in questo progetto sono rimasti in citt√† (chi per scelta “consigliata”, chi per “esigenza”) a portare avanti questo progetto di buon senso, che comprende anche l’eliminazione dei rischi collegati a ci√≤ che la nostra evoluzione “industrial-economica” ha generato. Mentre il Consiglio Comunale, anticipando addirittura il chiacchierato Parlamento, ha chiuso i battenti fino al 6 settembre, giorno per cui √® fissato l’incontro della prima commissione (il 12 settembre la prima seduta del Consiglio), i lavori di bonifica di via Feltrinelli 16, le cos√¨ chiamate White (che seguiamo da tempo, con Elena Ferrarese, che ha vissuto l√¨ e continua a lottare per i diritti alla salute), sono cominciati e procedono, guarda caso, spediti. Ma se di “bonifica” si pu√≤ parlare, lo scopriremo solo quando ci consegneranno gli atti che riguardano gli appalti. Al momento sappiamo solo che nel ’98 la ASL dichiar√≤ che i pannelli delle White (3.500Kg) contenevano il¬†7% di asbesto, che nel 2008 (guarda caso l’8 agosto, lavorano sempre questi politici…) il comune dichiarava avrebbe adottato “tutte le misure per la messa¬†in sicurezza il quartiere“, oltre a stimare una spesa di 15 milioni di euro. Oggi scopriamo che l’importo dei lavori √® inferiore ai 7 milioni, e che i lavori vengono eseguiti come mostrato nel nostro allegato video.
Non vogliamo muovere accuse: analizzeremo i documenti che otterremo (se e quando ce li daranno) e vedremo se √® tutto regolare. Quello che vogliamo √® sapere se ritenete corretto un simile sistema di “bonifica”, o se credete che ci vogliano maggiori cautele.
Vi invitiamo a continuare a segnalarci/mappare gli edifici o zone dove credete occorra un qualche tipo di intervento a garanzia della salute di tutti noi.
Loro non molleranno mai (ma gli conviene?)… noi neppure
post aggiunto 03/11/11

09/08/2011 Posted by | Uncategorized | , , , , , , , , , | Lascia un commento