Schumyno

Cittadino libero e in movimento

Viviamo di più? e come?

L’articolo allegato a piè pagina, da leggere assolutamente, dovrebbe fare riflettere. Sull’ovvio. Siamo stati talmente assorbiti da un sistema folle, incentrato sulla distrazione di massa, da non renderci conto di andare contro la stessa natura di cui siamo parte. Abbiamo deturpato il nostro habitat, tanto da renderlo quasi invivibile, anche se veramente poco ci manca. Tecnologia, scienza e conoscenza ci hanno donato gli strumenti più sofisticati, futuribili e miracolosi, ma hanno offuscato la “coscienza”: non sappiamo più cosa siamo. Ebbene, siamo materiale organico, composto da quegli elementi che costituiscono tutto l’insieme che ci circonda. Ci siamo evoluti in armonia (noi che siamo sopravvissuti alla selezione naturale) con l’ambiente in cui eravamo immersi. Poi l’intelletto, seguito come diretta conseguenza dall’arroganza. Già, l’arroganza di credersi superiori ad altri per via del proprio intelletto più sviluppato, spesso solo per una fortunata collocazione in una determinata classe sociale, che fosse tribale o moderna. Con l’arroganza, è arrivata la bramosia di potere, fino ai giorni nostri, dove questi elementi hanno creato un finto benessere di pochi, a discapito dell’esistenza stessa di molti. Tanto da compromettere il nostro habitat naturale. E la sopravvivenza.

Abbiamo estratto dalla tomba in cui erano sepolte risorse che abbiamo trasformato, lavorato, trattato, al fine di ottenere nuove materie, da impiegare per “evolverci”. Forse quelle risorse, erano scarti, che la Terra aveva voluto nascondere. O semplicemente un caso fortuito, che ci ha permesso l’evoluzione in loro assenza. Oggi quelle materie le bruciamo, le usiamo in fusioni atomiche, per costruire palazzi, e poi magari gli scarti, i “rifiuti”, che abbiamo creato noi, li seppelliamo sotto terre abitate o in fondo al mare… come se la terra non fosse tonda, e, per esempio, il plutonio non impiegasse 24.000 anni per dimezzare la sua carica radioattiva… chissà quanti giri della terra può fare, quell’atomo di plutonio, in tanti millenni.

Leggete l’articolo di Patrizia Gentilini, medico oncologo dell’ISDE, quì allegato. Oltre al picco del petrolio, credo si sia giunti, e passati oltre, a…

Il picco della salute

E’ tempo di fare qualcosa, per garantire un futuro compromesso alle nuove generazioni.

 

Annunci

31/03/2011 Posted by | Uncategorized | , , , , | Lascia un commento

Nucleare ieri, oggi. E domani?

I contributi video linkati quì sotto dovrebbero essere più che sufficienti a spiegare in quali brutte acque stia navigando oggi la Terra, e in particolar modo gli esseri viventi che la abitano. Dal momento in cui è nato, il nucleare è stato alla base dell’industria militare, foraggiato dai soldi pubblici, e dalle banche che li producono. Oggi lo scenario è già agghiacciante: se la gente non prenderà coscienza che la propria vita e quella delle generazioni future è già forse fortemente compromessa, ci saranno poche speranze per la razza umana di sopravvivere. E’ tempo di rimboccarsi le maniche e cominciare a costruire insieme un mondo migliore, cominciando dallo smantellare e ripulire ciò che assurdamente abbiamo creato: e non sarà facile, poichè la follia del nucleare arriva al punto di non prevedere come fare a sbarazzarsi delle scorie prodotte, oggi spesso liberamente nascoste sotto i nostri piedi, dentro i nostri mari.

E’ una guerra, la nostra, per la sopravvivenza. Tanto che i nostri governanti preferiscono parlare dell’ennesima dichiarazione di guerra verso un Paese terzo, che necessitava di sostegni ben diversi che bombardamenti aerei. Guarda caso con a capo la Francia, sostenitrice del nucleare. Seguita dagli States, sostenitori dell’esportazione della democrazia (energetica).

Qualsiasi cosa dicano in tv o in radio, non scordatevi dei 120.000.000 di giapponesi dimenticati su un’isola radioattiva e devastata dallo tsunami.

Lottiamo per il nostro futuro. Non permettiamo loro di continuare a raccontarci balle, a prendere decisioni che non condividiamo. Perchè noi siamo brava gente, ma è tempo di incazzarsi e fare valere la nostra sovranità

Chernobyl

Documentario Svizzero

Francia

Italia – Gianni Lannes

21/03/2011 Posted by | behdiritti, behNucleare, Uncategorized | , , , , | 1 commento

Comitato Lombardo “Energia Felice”

Vi riporto un invito importante a cui partecipare, ricevuto dal Comitato Lombardo “Energia Felice”

www.energiafelice.it

Care/i,

mercoledì 6 Ottobre alle ore 18 presso la sede di v. Borsieri 12 è convocato il Comitato Lombardo “energia felice” con il seguente odg:

– Valutazione dell’andamento della campagna raccolta firme PdL “NO nucleare Si rinnovabili”

– Valutazione del materiale di documentazione e propaganda messo a disposizione attraverso il sito http://www.energiafelice.it

– Censimento dei comitati provinciali e conferma riferimenti organizzativi

– Rapporti tra le associazioni e con le forze sociali e politiche

– Comunicazione principali iniziative in corso; relazione Carovana Antinucleare

– Preparazione del seminario di formazione e sua calendarizzazione definitiva (la data del 9 Ottobre non può essere mantenuta)

– Preparazione delle manifestazioni di Novembre in occasione dell’anniversario dell’incidente di Chernobyl

– Definizione del finanziamento del CEF

– Comunicazioni dei gruppi di lavoro

Invitiamo tutti ad essere presenti e a riferire nella maniera più esauriente e precisa possibile sulla raccolta di firme. Indicativamente, qui sotto, diamo il quadro della situazione a nostra conoscenza.

Vi invitiamo a visitare il sito http://www.energiafelice.it in continuo aggiornamento e a comunicare via mail a info@energiafelice.it le vostre iniziative, gli orari e i luoghi dei banchetti, oltre che le eventuali richieste di esperti e materiali. Articoli, commenti e scambi di informazioni da voi inviati allo stesso indirizzo verranno pubblicati sul sito in tempo reale.

Pregandovi di partecipare in orario e numerosi, vi inviamo fraterni saluti

Mario Agostinelli, Alfonso Navarra

06/10/2010 Posted by | behNucleare | , , | Lascia un commento

Carovana Antinucleare

Da Milano a Roma attraversando i territori del vecchio nucleare e quelli della nuova corsa all’atomo.

Visiteremo vecchie centrali, basi e porti militari, siti contaminati dalle scorie, accademie e centri di ricerca, aziende e istituzioni coinvolte.
Ghedi, Cameri, Trino Vercellese, Montalto di Castro, Caorso, ma anche città universitarie come Pisa e Bologna in cui si sta rilanciando la ricerca atomica.

A questo link il programma completo in continuo aggiornamento:

http://rivoluzionescientifica.blogspot.com/2010/09/si-parte.html

CAROVANA PER LA DENUCLEARIZZAZIONE CIVILE E MILITARE

L’iniziativa, promossa da Campagna OSM-DPN, Accademia Kronos, Zerogas, nel quadro del Coordinamento Energia Felice (CEF), con adesioni aperte, toccando punti diversi del ciclo atomico complessivo (centrali e basi atomiche, porti nucleari, impianti industriali, centri …di ricerca ed universitari, depositi di scorie…) si propone di sensibilizzare sulla necessità dell’opposizione al nucleare sia nella forma civile che in quella militare; e di sollecitare collegamenti di base in tal senso. La Carovana lancia l’obiezione alle spese militari e nucleari (categoria unica in quanto l’atomo “di pace” serve in realtà alla potenza militare): si può, simbolicamente, “pagare per la pace anziché per la guerra” dichiarandosi obiettrice od obiettore e versando ad un “Fondo per l’energia di pace” curato dalla Campagna OSM-DPN e da Zerogas. Zerogas presenta le sue soluzioni d’avanguardia ed ecosostenibili per rendere le persone autosufficienti energeticamente. La Carovana è costituita da un camper permanente e dai veicoli variabili che vorranno aggiungersi anche per spezzoni parziali di percorso.

Staffetta permanente su camper: Alfonso Navarra (Accademia Kronos – Campagna OSM-DPN), Giacomo Sicurello (Zerogas), Paolo Papillo (blogger – Informazione dal Basso)

Tappa per tappa i gruppi sostenitori organizzano iniziative: speakeraggi in piazza (il camper è munito di amplificazione), aperitivi informativi, dibattiti su nucleare civile e nucleare militare, altro… Riteniamo importante riuscire ad organizzarsi per raccogliere le firme sulla legge di iniziativa popolare per lo sviluppo delle rinnovabili (www.oltreilnucleare.it; www.energiafelice.it)
PER TUTTE LE INFO IN CONTINUO AGGIORNAMENTO E GLI APPROFONDIMENTI
BLOG:
rivoluzionescientifica.blogspot.com

GRUPPO FACEBOOK:
http://www.facebook.com/group.php?gid=109409209119987&v=app_2344061033#!/group.php?gid=109409209119987&v=inf

MAIL
desiozone@gmail.com

21/09/2010 Posted by | behNucleare, Difesa?, Uncategorized | , , | Lascia un commento