Schumyno

Cittadino libero e in movimento

Nucleare ieri, oggi. E domani?

I contributi video linkati quì sotto dovrebbero essere più che sufficienti a spiegare in quali brutte acque stia navigando oggi la Terra, e in particolar modo gli esseri viventi che la abitano. Dal momento in cui è nato, il nucleare è stato alla base dell’industria militare, foraggiato dai soldi pubblici, e dalle banche che li producono. Oggi lo scenario è già agghiacciante: se la gente non prenderà coscienza che la propria vita e quella delle generazioni future è già forse fortemente compromessa, ci saranno poche speranze per la razza umana di sopravvivere. E’ tempo di rimboccarsi le maniche e cominciare a costruire insieme un mondo migliore, cominciando dallo smantellare e ripulire ciò che assurdamente abbiamo creato: e non sarà facile, poichè la follia del nucleare arriva al punto di non prevedere come fare a sbarazzarsi delle scorie prodotte, oggi spesso liberamente nascoste sotto i nostri piedi, dentro i nostri mari.

E’ una guerra, la nostra, per la sopravvivenza. Tanto che i nostri governanti preferiscono parlare dell’ennesima dichiarazione di guerra verso un Paese terzo, che necessitava di sostegni ben diversi che bombardamenti aerei. Guarda caso con a capo la Francia, sostenitrice del nucleare. Seguita dagli States, sostenitori dell’esportazione della democrazia (energetica).

Qualsiasi cosa dicano in tv o in radio, non scordatevi dei 120.000.000 di giapponesi dimenticati su un’isola radioattiva e devastata dallo tsunami.

Lottiamo per il nostro futuro. Non permettiamo loro di continuare a raccontarci balle, a prendere decisioni che non condividiamo. Perchè noi siamo brava gente, ma è tempo di incazzarsi e fare valere la nostra sovranità

Chernobyl

Documentario Svizzero

Francia

Italia – Gianni Lannes

21/03/2011 Posted by | behdiritti, behNucleare, Uncategorized | , , , , | 1 commento

Fermento a Milano: che accade?

Sabato 15 gennaio 2011 – Video 2h32′

Sabato scorso, nella totale indifferenza dei media, sì è tenuto un incontro decisivamente di rilievo, nella caotica, fredda, cupa Milano, capitale economica di un Paese allo sbando chiamato Italia, ostaggio di corruzione, malavita e mal di vivere. Una città che con il suo milione e trecento mila abitanti, a cui vanno aggiunti i milioni di residenti nella sua area metropolitana, molti dei quali pendolari, è centro nevralgico di ogni attività considerata di rilievo, dai servizi all’economia, in ogni suo genere, e quindi sfruttata, violentata nella sua intimità sociale da ogni becero speculatore, sia esso un malavitoso con coppola e lupara, o uno in doppiopetto e elicottero. Una Milano talmente spinta verso la noia, dove gli eventi culturali e di aggregazione sono rilegati alle festicciole di zona, organizzate dalle associazioni di commercianti, o quelle dei biechi e tristi partiti, dove entra in scena lo sperpero più folle del denaro pubblico. Più ovviamente le feste comandate: la fiera degli O’bei O’bei, gli spettacolari quanto tossici e futili fuochi d’artificio di fine anno e infinite manifestazioni di sparuti e disorganizzati gruppi di eroi, che cercano di combattere a loro modo il mondo di lupi che governa le nostre vite, avvelenandole nel corpo e nello spirito.

E’ stato confermato il percorso inarrestabile di una nuova corrente culturale, dove i bisogni del singolo diventano i bisogni di una intera collettività, dove finalmente questi eroi possono confluire, e apportare in modo trasparente le proprie idee. Non un movimento qualunque: il MoVimento. Un luogo dove la diversità è parte fondamentale del suo stesso esistere, dove il dissenso è possibile, nel rispetto di un concetto elevato quanto astratto di uguaglianza. Gente che ha abbandonato il concetto di ideologia, e ha capito che le idee sono la vera fonte di ricchezza per lo sviluppo di una civiltà che viva in pace con se stessa e che possa godere appieno di quel miracolo chiamato vita.

5 Stelle.

Un’idea nuova, affamata di informazioni, che parte da un programma semplice, costruito dal basso, ovvero dai bisogni primari di ogni individuo. Un sistema che però costringe, volenti o dolenti, a modificare tutto l’aspetto sociale. Un’operazione di marketing camuffata da innocue richieste, che cambieranno per sempre, in meglio, la nostra qualità di vita, eliminando i soprusi e gli abusi ai danni dei più deboli, e della società stessa, auto-conservandola in un progresso ecosostenibile.

A Milano, senza censure nè restrizioni (a parte l’avere la fedina penale pulita, non essere iscritti a alcun partito politico e il non aver svolto più di un mandato elettorale dalle amministrazioni comunali in su), si sono presentati candidati come consiglieri persone di ogni estrazione sociale, accomunate dalla voglia di perseguire quei cambiamenti su citati con la propria partecipazione attiva, mettendoci la faccia, e il proprio tempo, convinti che solo una democrazia diretta e un ambiente di lavoro opensource, senza capi nè padroni, siano l’unica strada percorribile. Tra questi, nove di loro (in coda, in ordine alfabetico, la loro presentazione) si sono offerti, con progetti e tanto cuore, di fare da “portavoce”  e candidarsi per il ruolo di “aspirante Sindaco”. Ruolo che sappiamo bene difficilmente sarà ricopribile alla prossima tornata elettorale, ma che garantirà un posto probabile all’interno dell’amministrazione milanese, grazie al già ampio consenso ottenuto da queste idee rivoluzionarie, un po’ ovunque sul territorio italiano.

Il Nuovo che avanza non è arrestabile: il MoVimento riassume quella necessità di tutti i movimenti capillari sparsi un po’ ovunque per il mondo: è la risposta italiana ad altri movimenti simili, accomunati dagli stessi obiettivi.

Sabato prossimo, dal primo pomeriggio, tutti gli iscritti al sito del MoVimento nazionale di Milano e Provincia, potranno liberamente scegliere quale dei sotto elencati candidati, potrà avere l’Onore di fare da tramite tra loro e le Istituzioni.  Il fato, o il timore di un mondo maschilista, ha voluto non ci fossero volontarie (attese) del gentil sesso: spero di cuore che per le imminenti elezioni politiche, si precipitino subito in massa ed esercitare il diritto di candidarsi a ricoprire quei ruoli.

Se non credete alle mie parole, guardate in testa la registrazione integrale dell’evento di sabato 15: è rivoluzionario.

Nessuna censura: libertà di espressione, di critica. Tutto quello che vedete, è il frutto di duro lavori di tanti volontari, che hanno dedicato il proprio tempo a costruire qualcosa, senza esperienze specifiche ma con la voglia e la forza di migliorarsi giorno dopo giorno insieme, gomito a gomito. Certo, non è stato tutto perfetto. Poteva essere ancora meglio: magari lo sarà proprio al vostro futuro aiuto.

Il cammino è lungo e difficile.

Ma non molleremo mai.

 

18/01/2011 Posted by | behacqua, behdiritti, beheconomia, behinceneritori, behmilano, behNucleare, behsalute, Economia, Mafie, Politica, Territorio, Uncategorized | , , , , , | 9 commenti

Comitato Lombardo “Energia Felice”

Vi riporto un invito importante a cui partecipare, ricevuto dal Comitato Lombardo “Energia Felice”

www.energiafelice.it

Care/i,

mercoledì 6 Ottobre alle ore 18 presso la sede di v. Borsieri 12 è convocato il Comitato Lombardo “energia felice” con il seguente odg:

– Valutazione dell’andamento della campagna raccolta firme PdL “NO nucleare Si rinnovabili”

– Valutazione del materiale di documentazione e propaganda messo a disposizione attraverso il sito http://www.energiafelice.it

– Censimento dei comitati provinciali e conferma riferimenti organizzativi

– Rapporti tra le associazioni e con le forze sociali e politiche

– Comunicazione principali iniziative in corso; relazione Carovana Antinucleare

– Preparazione del seminario di formazione e sua calendarizzazione definitiva (la data del 9 Ottobre non può essere mantenuta)

– Preparazione delle manifestazioni di Novembre in occasione dell’anniversario dell’incidente di Chernobyl

– Definizione del finanziamento del CEF

– Comunicazioni dei gruppi di lavoro

Invitiamo tutti ad essere presenti e a riferire nella maniera più esauriente e precisa possibile sulla raccolta di firme. Indicativamente, qui sotto, diamo il quadro della situazione a nostra conoscenza.

Vi invitiamo a visitare il sito http://www.energiafelice.it in continuo aggiornamento e a comunicare via mail a info@energiafelice.it le vostre iniziative, gli orari e i luoghi dei banchetti, oltre che le eventuali richieste di esperti e materiali. Articoli, commenti e scambi di informazioni da voi inviati allo stesso indirizzo verranno pubblicati sul sito in tempo reale.

Pregandovi di partecipare in orario e numerosi, vi inviamo fraterni saluti

Mario Agostinelli, Alfonso Navarra

06/10/2010 Posted by | behNucleare | , , | Lascia un commento

Carovana Antinucleare

Da Milano a Roma attraversando i territori del vecchio nucleare e quelli della nuova corsa all’atomo.

Visiteremo vecchie centrali, basi e porti militari, siti contaminati dalle scorie, accademie e centri di ricerca, aziende e istituzioni coinvolte.
Ghedi, Cameri, Trino Vercellese, Montalto di Castro, Caorso, ma anche città universitarie come Pisa e Bologna in cui si sta rilanciando la ricerca atomica.

A questo link il programma completo in continuo aggiornamento:

http://rivoluzionescientifica.blogspot.com/2010/09/si-parte.html

CAROVANA PER LA DENUCLEARIZZAZIONE CIVILE E MILITARE

L’iniziativa, promossa da Campagna OSM-DPN, Accademia Kronos, Zerogas, nel quadro del Coordinamento Energia Felice (CEF), con adesioni aperte, toccando punti diversi del ciclo atomico complessivo (centrali e basi atomiche, porti nucleari, impianti industriali, centri …di ricerca ed universitari, depositi di scorie…) si propone di sensibilizzare sulla necessità dell’opposizione al nucleare sia nella forma civile che in quella militare; e di sollecitare collegamenti di base in tal senso. La Carovana lancia l’obiezione alle spese militari e nucleari (categoria unica in quanto l’atomo “di pace” serve in realtà alla potenza militare): si può, simbolicamente, “pagare per la pace anziché per la guerra” dichiarandosi obiettrice od obiettore e versando ad un “Fondo per l’energia di pace” curato dalla Campagna OSM-DPN e da Zerogas. Zerogas presenta le sue soluzioni d’avanguardia ed ecosostenibili per rendere le persone autosufficienti energeticamente. La Carovana è costituita da un camper permanente e dai veicoli variabili che vorranno aggiungersi anche per spezzoni parziali di percorso.

Staffetta permanente su camper: Alfonso Navarra (Accademia Kronos – Campagna OSM-DPN), Giacomo Sicurello (Zerogas), Paolo Papillo (blogger – Informazione dal Basso)

Tappa per tappa i gruppi sostenitori organizzano iniziative: speakeraggi in piazza (il camper è munito di amplificazione), aperitivi informativi, dibattiti su nucleare civile e nucleare militare, altro… Riteniamo importante riuscire ad organizzarsi per raccogliere le firme sulla legge di iniziativa popolare per lo sviluppo delle rinnovabili (www.oltreilnucleare.it; www.energiafelice.it)
PER TUTTE LE INFO IN CONTINUO AGGIORNAMENTO E GLI APPROFONDIMENTI
BLOG:
rivoluzionescientifica.blogspot.com

GRUPPO FACEBOOK:
http://www.facebook.com/group.php?gid=109409209119987&v=app_2344061033#!/group.php?gid=109409209119987&v=inf

MAIL
desiozone@gmail.com

21/09/2010 Posted by | behNucleare, Difesa?, Uncategorized | , , | Lascia un commento