Schumyno

Cittadino libero e in movimento

Il nucleare, l’inquinamento e le vittime della “distrazione”

Questo post, trae spunto e origine da questa immagine e relativo post,

entrambi pubblicati da “Scribacchiando” sulla sua pagina “social”

sant agostino

“Scienza”….
la scienza è sempre stata affascinante. Comportando “ragionamento”, ovvero “riflessione”, è sempre stata anche però una fatica che in pochi hanno voglia di affrontare: il GF o il calcio, il gossip e lo svago, ovvero il fantomatico “Enterteinment”, o meglio “intrattenimento”, da invece emozioni senza sforzi… Se solo le persone avessero più “co-scienza” del mondo che li circonda, scoprirebbe magari che “Trattenere una o più persone facendo o dicendo cose piacevoli, che interessino e dilettino” in un mondo in cui il tempo “è denaro” forse nasconde dei fini pericolosi per la sopravvivenza dei singoli intrattenuti.

Ringrazio l’autore del post in questione, per avermi dato altri brandelli di conoscenza (anzichè “distrarmi” con temi piacevoli ma inutili al mio accrescimento), che vanno a tappare alcune falle della mia ignoranza in merito a riflessioni che faccio però da anni, e che condivido spesso con amici e conoscenti.

In 18 grammi di acqua dunque ci sarebbero circa 602.300.000.000.000.000.000.000 molecole di H2O. Non lo so leggere questo numero, ma è immenso.

In 18 grammi! E sorrido: ai tempi in cui andavo a scuola, qualcosa di intelligente ce lo insegnavano ancora (forse anche oggi, ma non posso saperlo: di certo so solo che hanno tolto educazione civica e storia dell’arte) e ricordo bene che esisteva un tempo lunghissimo prima che del materiale radioattivo, smettesse di emettere appunto “radiazioni”. “Decadimento e tempo di dimezzamento”… Leggevo fin da allora tantissimo e alle medie ero affascinato dalla leggendaria Madame Curie, e Enrico Fermi.
Bene, il tempo di dimezzamento per il radio, dopo una rapida ricerca di conferma risulta essere 1.600 anni. Milleseicento anni.

Il tempo di dimezzamento dell’uranio 4,56 miliardi di anni.
4.560.000.000 di anni!!

E ripenso a quei 18 grammi di acqua: dopo qualche decennio arrivano nella mia conchiglia, nel mio mare, le molecole munite di “bandierina” (isotopi) raccolte durante il loro lungo viaggio intorno ai resti delle sperimentazioni nucleari americane o delle 193 sperimentazioni francesi dell’atollo Mururoa… dopo essere state usate per raffreddare i reattori nucleari di Fukushima… quanti “18 grammi” sono stati contaminati? quante di queste molecole sono diventate parte dei tessuti della fauna ittica di cui si nutre il genere umano, direttamente o indirettamente? Quante si sono trasformate in vapore acqueo, per ricadere nel ciclo di vita terrestre, unendosi ai “Chernobyl”?

Ovviamente, come parla il testo che ha dato spunto a questa riflessione, va aggiunta la “chimica”… l’inquinamento da nuove molecole inventate in teoria per farci vivere meglio, ma che in realtà si aggiungono ai veleni che comunque già ci circondano. Non dimentichiamoci le migliaia, decine di migliaia, di vittime dell’amianto: asbesto, eternit, riconosciuto come mortale da secoli, ma che criminali ancora a piede libero hanno usato per i propri profitti e che ancora oggi creano morte e sofferenza immane.

I giornali e le tv dicono però che va tutto bene: ci “intrattengono” in discussioni inutili o marginali, dicendoci loro cosa dobbiamo temere, come i migranti (ma solo se arrivano dal “continente nero”, mi raccomando!, che schiavizziamo e deprediamo da millenni), oppure le famiglie dei bambini non vaccinati (nonostante prove scientifiche dicano che forse sarebbe meglio temere questi vaccini, prodotti da gente assoggettata a una legge di mercato senza scrupolo alcuno).

Così mentre ci intrattengono su questioni marginali, siamo “tirati qua e là, in varie direzioni, staccati, tirati e lacerati in più punti, rivolgendo altrove” la nostra attenzione: un continuo “distrarre“, mentre ci rubano il futuro.

Annunci

25/02/2019 Posted by | Acqua, Ambiente, amianto, Informazione, salute, sanità, Uncategorized | , , , , | Lascia un commento